Nel precedente articolo ci siamo occupati della parte prodotti del bando ICT 2009. Vediamo ora la parte più interessante per molte PMI che si occupano in primis di consulenza, la parte dei servizi.

Andiamo ora ad esaminare il capitolato tecnico dei servizi. Come abbiamo già visto, il capitolato tecnico ci serve all’interno del MePA in fase di compilazione del catalogo dei nostri prodotti per individuare le regole e i valori dei campi da compilare che possiamo ritrovare negli attributi comuni e specifici.

Saltiamo la parte dedicata agli attributi comuni, già trattata nell’articolo ICT 2009 riservato ai prodotti, e concentriamoci sulla lista dei servizi ammissibili.

Di seguito puoi trovare la lista dei servizi informatici, ricavata dal capitolato tecnico, su cui possiamo abilitarci come fornitori della Pubblica Amministrazione

  • Servizio di Certificazione della Firma Digitale (CFD)
  • Servizio di Registrazione Dominio WEB
  • Servizio di Posta Elettronica Certificata (PEC
  • Servizio di Hosting
  • Servizio di Housing
  • Servizio di hosted e-mail server
  • Servizio di installazione-migrazione Sistema Operativo
  • Servizio di installazione software su PC
  • Servizio di ottimizzazione PC
  • Servizio di Copia dati on-site
  • Servizio di Backup-Restore
  • Servizio di Gestione e manutenzione PdL
  • Servizio di installazione e configurazione server
  • Servizio di monitoraggio e gestione Sistemi Server
  • Servizio di Cloud computing
  • Servizio Open Source
  • Servizio di gestione elettronica dei documenti
  • Servizio di Conservazione Sostitutiva
  • Corsi di Formazione – Area Informatica Telematica
  • Servizio di Fornitura di connettività Internet
  • Servizio di Contact Center
  • Servizio di Interpretariato da remoto
  • Servizio di Telefonia Mobile ricaricabile
  • Servizio di Trasmissione Dati Mobile
  • Servizio di Piattaforma e-procurement
  • Servizio di Assessment Smart City
  • Servizi Applicativi

Puoi vedere il dettaglio di ciascuno di questi all’interno dell’allegato al capitolato tecnico ICT 2009 della parte servizi.

Nell’indice del capitolato troverai la lista dei metaprodotti (in questo caso i servizi informatici) contrassegnati con il codice CPV XXXXXXXX (dove al posto delle “X” troverai un codice numerico).

Il codice CPV sta ad indicare Common Procurement Vocabulary che è un sistema di classificazione unico per gli appalti pubblici volto ad unificare i riferimenti utilizzati dalle amministrazioni e dagli enti appaltanti.

Individuiamo il prodotto di nostro interesse andandoci a leggere la descrizione nella pagina indicata.

In questo articolo prendiamo come esempio uno dei servizi più richiesti dalla Pubblica Amministrazione: I servizi applicativi.

Servizi Applicativi

Andando a consultare l’indice del bando, vediamo subito che questo servizio è identificato con il codice: CPV 72000000-5 e contiene le seguenti attività:

  • SVILUPPO SOFTWARE: Comprende tutti gli sviluppi in tutti i linguaggi e piattaforme.
  • MANUTENZIONE SOFTWARE: comprende gli interventi di manutenzione evolutiva, adeguativa o correttiva del software.
  • PARAMETRIZZAZIONE O PERSONALIZZAZIONE DI SERVIZI SOFTWARE: Personalizzazione e customizzazione del software senza la necessità di ulteriore sviluppo di codice sorgente.
  • SUPPORTO SPECIALISTICO: Tutti i servizi di consulenza assimilabili alla classificazione più generica di Servizi Professionali ICT come ad esempio: Studi di fattibilità, progettazione, presidio, supporto applicativo specialistico, analisi della sicurezza, implementazione sistemi di backup etc. etc.)
  • GESTIONE SITI WEB: Tutte le attività relative alla creazione, gestione e content management di siti Web
  • GESTIONE APPLICATIVI: Il supporto all’utenza degli applicativi in esercizio

Di seguito alcune delle figure professionali ammesse nel bando:

  • Capo Progetto
  • Analista Funzionale
  • Analista Programmatore
  • Programmatore
  • Specialista di prodotto/tecnologia
  • Specialista di prodotto/tecnologia Senior
  • Specialista di tematica
  • Visual Web Designer
  • Grafico Web
  • Progettista Data Warehouse
  • Data Base Administrator
  • Specialista di pacchetto
  • Tecnico di collaudo ed integrazione sistemi
  • Operatore di Publishing
  • Operatore Multimediale
  • Operatore Data Entry
  • Sistemista Junior
  • Business Process Re-engineer.

Una cosa molto importante da ricordarsi è che i servizi applicativi sono ordinabili dal soggetto utilizzatore esclusivamente a seguito di RDO (Richiesta di Offerta).

Questo vuol dire che ogni ordine di servizio applicativo deve andare a gara (o procedura negoziata) e non sono ordinabili quindi attraverso un acquisto diretto.

Vuoi sapere quali sono gli errori commessi dal 92% delle aziende iscritte al MePA per evitare di commetterli anche te?

Clicca quì e accedi subito ai 3 VIDEO GRATUITI >>

 

Scheda tecnica di servizio

Vediamo ora brevemente la scheda tecnica per il metaprodotto  servizi applicativi. Questi campi fanno parte degli attributi specifici da inserire all’atto della compilazione del catologo dei propri prodotti o servizi che potrai vendere attraverso il MePA:

       Nome attributo Obbligatorio Commenti

Tipo di servizio

SI
  • sviluppo software
  • manutenzione software
  • parametrizzazione personalizzazione
  • supporto specialistico
  • gestione siti web
  • gestione applicativi

Modalità di erogazione del servizio

SI
  • on site;
  • presso il Fornitore;
  • on site/presso il Fornitore

Piattaforme/Ambienti di sviluppo

SI

Microsoft, Linux, Android, IOS, Eclipse,Visual studio, altro

Periodo di validità del contratto (mesi)

NO

Es.: 12; 24; 36; Altro

Linguaggi di programmazione

NO

Java, C#, C++, Php, Python, JavaScript, Perl, VisualBasic, VB.Net, Ruby, altro

Linguaggi di marcatura

NO

HTML,XML, XHtml

Pacchetti software

NO

SAP, Liferay, WordPress, Alfresco, Sharepoint, altro

Competenze specialistiche

NO

Indicare le competenze ad esempio rispetto a specifiche tecnologiche o applicative

Certificazioni

NO

Indicare le certificazioni in possesso delle figure professionali (ad esempio, PMI, Prince 2, etc.)

 

Se vuoi capire un po meglio come consultare i bandi di abilitazione, sia che tu faccia parte di un’azienda o sei un libero professionista ti consiglio di non perderti il secondo dei  3 VIDEOCORSI GRATUITI con la descrizione dei bandi di abilitazione e TANTE altre utilissime informazioni che potrai visionare cliccando sul banner qui in basso

Se invece non ti è chiaro qualcosa lasciaci le tue domande nei commenti quì in basso e saremo felici di risponderti.

Alla prossima !